CONDIZIONI DI CESSIONE

  


Le condizioni di cessione di un cucciolo sono dettagliatamente riportate nel "Contratto di cessione" che verrà consegnato al futuro Proprietario al momento della consegna e dovutamente controfirmato dall'Allevatore e dall'Acquirente:

  • l'opzione del cucciolo può essere fatta sia telefonicamente che tramite email;
  • la prenotazione di un cucciolo viene effettuata preferibilmente dopo la visita presso il nostro Allevamento e comunque solo dopo aver versato la caparra di prenotazione (pari ad almeno € 250,00);
  • la caparra non verrà restituita nel caso di rinuncia del cucciolo prenotato;
  • il cucciolo verrà ceduto:
    • solo dopo gli 84 giorni dalla nascita (13-14 settimane di vita), come da regolamento ANFI;
    • dopo aver già effettuato sia la sverminazione che due vaccinazioni con trivalente  (per la rinotracheite o herpes virus, per la calicivirosi o calici virus e per la gastroenterite virale o panleucopenia);
    • dopo che il Veterinario del nostro Allevamento avrà attestato l'ottimo stato di salute del cucciolo stesso e gli avrà inserito il microchip;
    • solo ed esclusivamente provvisto di pedigree (a tal proposito leggere l'articolo riportato a fondo pagina);
  • i genitori dei nostri cuccioli sono testati FIV-FELV-PKD negativi;
  • l'acquirente si impegna ad accudire in maniera ottimale il gatto acquistato, mantenendolo in ottimo stato di salute e libero all'interno della casa; non deve essergli permesso di uscire all'esterno se non in strutture opportunamente costruite con protezioni idonee al caso.
  • il cucciolo non dovrà essere ceduto a terzi se non previo permesso scritto dell'allevatore; per nessun motivo questo cucciolo verrà venduto, affidato o ceduto ad alcun negozio per animali, laboratorio di ricerche o similari.

 

I cuccioli, a seconda della propria aderenza agli standard di razza, verranno ceduti da compagnia, da riproduzione o da expo.

 

disponibile: il cucciolo può essere opzionato/riservato

opzionato: qualcuno è interessato

prenotato: qualcuno ha già riservato il cucciolo

 

Il passaggio di proprietà dell'esemplare verrà consegnato immediatamente mentre il pedigree verrà spedito ai nuovi proprietari direttamente dall'ANFI solo dopo il pagamento del passaggio di proprietà.

 

I cuccioli del nostro Allevamento che verranno ceduti da Pet (compagnia), indipendentemente dalle loro caratteristiche Pet, Breed o Expo, andranno sottoposti a sterilizzazione/castrazione verso il 7-8° mese di vita e comunque non oltre l'anno d'età.

All'atto della sterilizzazione/castrazione i nuovi proprietari del gatto dovranno farsi rilasciare dal Medico Veterinario una certificazione dell'avvenuto intervento da inviare all'allevatrice.

Se l'allevatrice non avrà ricevuto, al compimento dell'anno del gatto, il certificato di sterilizzazione provvederà ad adire alle vie legali chiedendo, come da contratto, il rimborso dei danni subiti valutabile in euro 5.000,00.

 

L'ARRIVO A CASA

 

Se siete veramente convinti che un gatto di razza Sacro di Birmania è veramente ciò che desiderate, vi  forniamo un pò di notizie che vi possono aiutare a favorire un corretto e sano inserimento del “nuovo arrivato” nella sua nuova dimora.

Se non avete un giardino il gatto non soffrirà a stare in casa con voi coccolato e amato. Prendetegli un bel tiragraffi e avrà il suo albero su cui arrampicarsi e fare le sue scorribande.


PREPARATIVI PRIMA DELL’ARRIVO

Sarà opportuno che acquistiate per tempo tutto il necessario per creargli il più corretto habitat possibilie:

CUCCIA: in internet o nei negozi specializzati o supermercati troverete quella che più vi piacerà.....

LETTIERA: è preferibile acquistarne una con la copertura. Anche se il piccolino avrà già imparato dalla mamma come sporcare, vi consiglio sin da subito di “ricordarglielo” sistemando il micetto nella lettiera e simulando, delicatamente, la copertura delle deiezioni con le sue zampine. Ripetete questa operazione un paio di volte in momenti separati e vedrete che il gattino sarà presto in grado di farlo da solo.

CIOTOLINE:  scegliete un modello di facile pulizia, in ceramica o metallo, per l’acqua e per il cibo;

GIOCHINI: avrete, come per le cuccie, l'imbarazzo della scelta (piume, palline, topolini, sacchetti di valeriana o catnip ecc...)


GRAFFIATOIO: preferibilmente alto perchè i gatti adorano arrampicarsi; è utilissimo per affilarsi le unghie e per evitare che lo facciano sul divano o sui mobili; vi consiglio fin dall'inizio di prendere delicatamente le zampine anteriori e di passarle più volte sulla corda, simulando l'affilatura delle unghie,  in modo che la stessa si impregni del loro odore

TRASPORTINO:  dovrete già averlo il giorno in cui verrete a prendere il  vostro cucciolo. Preparatelo ponendovi dentro una traversina assorbente per animali, dato che il cucciolo potrebbe anche “sporcare” a causa dell’emozione o dello stress derivante dal viaggio e dal distacco dalla mamma gatta; se prenderete il cucciolo nel periodo invernale, sarà opportuno coprire il trasportino con una copertina o un pile. Il trasportino deve diventare un luogo abituale e sicuro per il vostro micio in quanto servirà per i futuri spostamenti: veterinario, vacanze, etc. etc. Quindi al vostro rientro lasciateglielo pure a disposizione, per qualche giorno, con qualche vostro oggetto all’interno in modo che possa riconoscerlo a tutti gli effetti come un simpatico rifugio.

Allontanato dalla sua mamma, dai suoi fratellini/sorelline ed ex proprietari, il vostro gattino si sentirà molto solo al momento dell’arrivo nella nuova casa. Questo “trauma” deve essere attenuato ed in questo cambio di scenario è fondamentale che voi siate ben preparati ad accogliere nel migliore dei modi questo nuovo componente della famiglia, favorendo un ottimo inserimento ed ambientamento (specialmente se sono già presenti in famiglia dei bambini o altri esemplari di gatto o altra razza animale).
Programmate, se possibile, l’arrivo del cucciolo per il fine settimana poichè, solitamente, risulta essere un momento più tranquillo, in cui tutti i membri della famiglia sono presenti e si ha più tempo libero da dedicare al nuovo arrivato.

Circondato dalle attenzioni ed amore il micetto apprenderà ben presto chi sono i suoi nuovi padroni ed amici.

SE IN CASA CI SONO ALTRI ANIMALI?

L’incontro con l’altro esemplare dovrà avvenire in vostra presenza e in maniera graduale, evitate perciò di presentarlo già al suo arrivo. Un inserimento brusco può determinare sensazioni di disagio e gelosia.

CANE: se si ha un cane già abituato ad altri animali, accetterà più facilmente il nuovo arrivato.
Se si ha un cane già anziano inizialmente avrà qualche difficoltà ad accettare il cucciolo, ma favorendo l’inserimento del piccolo la convivenza sarà assicurata. Giocate insieme a loro pian pianino quando li farete incontrare.

UN ALTRO GATTO: in questo caso il percorso potrebbe essere un po’ più difficile (ma non impossibile).
Il gatto adulto non apprezzerà l’arrivo di un gattino nel suo territorio. Il suo atteggiamento sarà piuttosto minaccioso, non accetterà che le sue abitudini possano essere sconvolte. Durante la “fase d’incontro” non permettete alcun tipo di aggressività. Cercate di farli conoscere in un territorio neutrale, durante il gioco o nel momento del pasto;  procedete in questo modo fin tanto che entrambi si disinteresseranno l’uno all’altro. In questo modo inizieranno a convivere, ma abbiate pazienza, ci vorrà del tempo perché l’adulto lo accetti completamente.
Un valido consiglio per facilitare la conoscenza” è quello di usare uno straccetto per raccogliere le secrezioni facciali del piccoletto e sfregarlo alla base di pareti e mobili, in modo che l’altro ne possa sentire l’odore ed iniziare ad abituarsene.

…E SE CI SONO DEI BAMBINI?

..beh è ovvio che se il gattino è in grado di esercitare un grande fascino su una persona adulta; proviamo ad immaginare che effetto possa fare in un bambino!
Bisognerà pertanto contenere l’entusiasmo dei bimbi all’arrivo del cucciolo, che tenderanno a volerlo in braccio, tirarlo per la coda…e non farlo riposare tranquillamente (vedi riposo del cucciolo).

Tutto questo impedirebbe al piccolo di ambientarsi, provocando dei seri problemi nella corretta crescita .
E’ opportuno perciò spiegare già per tempo al bambino che il nuovo arrivato non è un giocattolo.
Il bambino giocherà con il gattino solo in vostra presenza, cercate di controllare sempre la situazione in modo che siano evitate totalmente reazioni violente da parte di entrambi.

Detto ciò vediamo come organizzare gli spazi del “nuovo” arrivato.

Sarà molto importante organizzare gli spazi in base alle quattro attività della sua giornata; organizzazione che dovrà essere rispettata per evitare che si manifestino dei disagi.


L'ambiente casalingo potrà essere suddiviso in quattro aree:

AREA DEI PASTI: questa deve essere lontana dalla lettiera e dalla tua sala da pranzo in modo che il gattino non confonda il TUO pasto con le sue ciotole,  in questo modo si evita anche di causare degli squilibri nutrizionali.

AREA DEL BAGNO (LETTIERA): essa deve essere posizionata in un luogo accessibile lontano dalle sue ciotole e dalla sala da pranzo, possibilmente una posizione di scarso passaggio in modo da non disturbare il gattino.

AREA DEL GIOCO: per questa attività si utilizzi l’ambiente più ampio della casa, dove il cucciolo possa correre saltare ed arrampicarsi. L’esercizio fisico per il gattino è fondamentale per una crescita armoniosa, sia fisica che comportamentale. Favorite quindi il gioco, specialmente con cose che si muovono, in quanto con esse simula l’attività della caccia, fate attenzione quindi a non giocare con le vostre mani.

AREA DEL RIPOSO: Il gattino cercherà tendenzialmente fonti di calore (finestra esposta al sole, termosifoni, caminetto…) . Per lui dormire è essenziale, è un momento importantissimo, in quanto vengono secreti gli ormoni della crescita ai massimi livelli. Per cui fate molta attenzione a non svegliarlo!

Invito tutti coloro che portano a casa un cucciolo a rivolgersi al più presto ad un Veterinario, vi darà tutte le dovute informazioni su come comportarvi per mantenere il gatto in un ‘ottimo stato di salute..

 


DISPOSIZIONI SULLA CONSEGNA DEL CUCCIOLO

I cuccioli verranno dovutamente controllati da noi e dal Veterinario dell'allevamento, verranno consegnati sverminati e vaccinati.
All’atto dell’adozione, che potrà avvenire solo dopo l’84 esimo giorno di vita compiuto (titolo V °- Gestione della riproduzione - 5. 2 Riproduzione e cessione dei cuccioli) secondo le NORME TECNICHE del LIBRO GENEALOGICO del GATTO di RAZZA - D.M. del 13.10.2008); i cuccioli verranno consegnati con il loro libretto sanitario (compresa copia degli esami e test effettuati sui genitori), microchip, passaggio di proprietà, pedigree ANFI, contratto di adozione, ricevuta del pagamento con marca da bollo, kit prime pappe (crocchette e umido utilizzati per lo svezzamento).

Le notizie rilasciate sono ovviamente di carattere generale; per maggiore e più dettagliate informazioni vi invitiamo a contattarci.

Le visite ai nostri cuccioli possono essere effettuate solo previo appuntamento.

La prenotazione del cucciolo verrà effettuata nel momento in cui le persone garantiranno di volerlo adottare, previo versamento della caparra.

Il cucciolo verrà consegnato alle persone direttamente interessate presso la nostra abitazione; non verranno assolutamente spediti.
Chi fosse impossibilitato al ritiro avrà la possibilità che gli venga recapitato (secondo accordi dovutamente presi in anticipo e segnalati sul contratto), previo pagamento delle spese di viaggio (automobile, treno o aereo).

 

MASTER ALLEVATORE FELINO
MASTER ALLEVATORE FELINO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Coccarda per il superamento dell'esame al Corso per Allevatori PawPeds G1 FIFE

SOCIO A.N.F.I.
SOCIO A.N.F.I.
SOCIO A.I.BIR.
SOCIO A.I.BIR.

SOCIO A.GA.Bi.

Micimiao tutto quello che vi serve sapere sui gatti

 

 

 

 

 

 

http://www.micimiao.it/

zooplus.it