I COLORI

 

 

Iniziamo col dire che, in ogni tipo di gatto, vi sono colori dominanti e colori recessivi. I colori dominanti sono il nero, il bianco e il rosso, oltre ai tipi Tabby (vedi genetica ) e Tortie (perchè portatrici del gene "Orange"). Semplificando al massimo, diremo che nei Birmani, dominanti saranno, oltre al Tabby e al Tortie, i colori Seal, Chocolate e Red; le loro rispettive diluizioni, Blue, Lilac e Cream, sarano invece recessive. Dominante, infine, è anche il portatore di gene "I".
Finora i colori ammessi dalla F.I.Fe, in Italia, sono 20: 6 self (non-Tabby) fra colori solidi e diluiti, i rispettivi 6 colori in Tabby, 4 tipi di Tortie e 4 di Torbie (Tortie-Tabby). Le altre Associazioni Feline, fra cui la l'AFI/WCF, invece, ammettono anche la tipologia Silver e Smoke (portatori del gene "I") in tutti i 20 colori sopraccitati: avremo così ben 40 colori, e li elenco tutti qui di seguito.

 

COLORI SOLIDI E COLORI DILUITI

 

Seal Point

 

Il colore Seal (seal, foca in inglese, quindi scuro, nero) è il colore originario dei Birmani, tanto da essere stato l'unico per oltre 20 anni.
E' il soggetto in cui il contrasto è più netto ed evidente: i points (maschera, orecchie, zampe, coda e genitali) sono di un bel marron scuro tendente al nero e contrastano con il resto del mantello chiaro. Tutta la splendida pelliccia tenderà a scurire con l'età, soprattutto nei gatti riproduttori ed in particolare nei maschi integri, e andrà dall'avorio al beige più o meno carico. La pancia, come in tutti i Birmani, deve essere bianca senza macchie scure.
Il colore del pelo, come per tutte le altre varianti, potrà essere più o meno scuro a seconda se l'esemplare sia omozogote, derivi cioè da Seal+Seal, oppure eterozigote, derivando ad esempio da Seal+Blue. I piccoli nascono con un manto completamente bianco, di qualsiasi varietà di colore siano i genitori.
Con l'età, come in tutti gli altri colori, cambierà anche il muso, la superficie della maschera tenderà infatti ad allargarsi ed alcuni soggetti possono scurire anche sopra la testa, tra le orecchie. Per gli standard da esposizione questo eccesso di colore è considerato un difetto.
Come in tutte le varianti, i Seal-Point devono avere degli occhi di un azzurro il più scuro possibile e i guanti bianchissimi, senza "risalite". Questo, essendo il colore più scuro, permette all'allevatore di capire già a poche settimane di vita, se un cucciolo avrà standard da esposizione oppure no, poiché il contrasto fra le zampe già scure e i piedi bianchi metterà subito in luce eventuali difetti del guantaggio. Nello stesso modo sarà facile vedere se appaiono macchie chiare sui testicoli.

 

 

Blue Point

 

Dobbiamo aspettare fino al 1950, circa, per avere il primo Blue-Point: appare in Francia, ottenuto tramite un programma di allevamento che includeva dei gatti "Kmers" e dei persiani Blu Colourpoint.
Il Blue è il primo colore diluito ( diretta diluizione del Seal) ed è quindi più chiaro: i points (maschera, orecchie, zampe, coda e genitali) infatti, sono grigio-blu, più o meno scuri, lo ripeto, a seconda se l'esemplare sia omozogote, derivi cioè da Blu+Blu, oppure eterozigote, derivando ad esempio da Blu+Lilac; il manto, come sempre completamente bianco nei piccoli, nel gatto adulto diverrà di una nuance di beige grigio-argento.
Anche gli occhi sono solitamente più chiari nel Blue-Point. Come nel Seal e nel Chocolate, è abbastanza facile scoprirne i difetti già da piccoli.

 

 

Chocolate Point

 

Nel 1975 viene aggiunto al patrimonio genetico del Birmano il colore "marrone", ovvero il Chocolate, insieme alla sua diluizione Lilac. Questo è stato possibile avvalendosi dei Siamesi, portatori di tali varietà e, ancora una volta, dei Persiani Colourpoint.
Il Birmano Chocolate-Point, dopo il Seal, è il più contrastato: i points avranno un colore marrone, che però, a differenza del Seal, non tenderà mai al nero, e la sua pelliccia, con l'età, diventerà beige- dorata, ma sempre più chiara di quella di un Seal. Anche qui, come detto per il Blue, l'intensità più o meno scura del colore dipenderà dai genitori del soggetto: più scura se i genitori saranno più scuri, come ad esempio Seal+Choc, più sfumata se i genitori saranno, ad esempio, Choc+Lilac.
Il Chocolate-Point, insieme al Seal ed al Red, non è un colore diluito. Ha degli occhi molto scuri che spesso tendono al viola, caratteristica ereditata dal Siamese.

 

Lilac Point

 

Il Lilac-Point è la diretta diluizione del Chocolate-Point (così come il Blue lo è per il Seal) ed è quindi il secondo colore diluito.
I points sono di una nuance di beige/lilla che tarda molto a pigmentarsi. Per diverso tempo dopo la nascita, infatti, il corpo è completamente bianco e molto lentamente assumerà degli stupendi riflessi rosati. Sarà particolarmente difficile, dunque, poter riconoscere dei difetti, se non in uno stato di crescita avanzato, anche all'occhio attento di un allevatore esperto.
Il Birmano Lilac anche se di colore diluito può vantare degli occhi stupendamente blu-viola.

 

 

COLORI SOLIDI E DILUITI PORTATORI DEL GENE "ORANGE"

 

 

Red Point

 

Ultimi, in ordine di tempo, i Red Point, colore non diluito, e la loro diluizione, il Cream-Point, entrambi portatori del gene "orange".
I points all'inizio sono di un color arancio rosato, che man mano si scurirà, prima in un arancio più intenso e quindi in un rosso chiaro. Gli adulti hanno un manto molto chiaro che con il passare degli anni prende il classico colore rosso dorato.
Ogni gatto è, sotto sotto, un Tabby: il suo pelo, cioè, mantiene la caratteristica felina della "M" sul muso e le striature sul corpo. Anche in gatti molto scuri, prendiamo il classico gatto nero domestico, queste caratteristiche sono "nascoste" sotto il colore uniforme, ma se lo guardiamo in piena luce, possiamo riuscire ad identificarle. Esse vengono chiamate "marche fantasma", dall'inglese "ghost markings" (vedi genetica).
Nei nostri Birmani Red, anche se solidi, le "marche fantasma" si vedranno a lungo, in alcuni casi per tutta la vita. Sarà quindi difficile, in tempi brevi, riconoscere un Red Point da un Red Tabby: per farlo, bisognerà basarsi su alcune caratteristiche dei Tabby, di cui pralerò più avanti. Naturalmente, come nel Lilac e poi nel Cream, vedere gli eventuali difetti nei points sarà arduo, perché essi si scuriscono, e di poco, molto tardi.
Il colore degli occhi di un Birmano Red sono forse quelli più decisamente di un blu intenso, vellutato, e il contrasto con il rosso della sua maschera e il rosa chiaro del naso è davvero notevole.

 

 

Cream Point

 

I Cream-Point sono la diluizione dei Red-Point, esemplari quindi molto chiari, in cui il contrasto fra mantello e points, anche in età adulta, è davvero minimo, il che dovrà portare l'allevatore ad avere ancora piu' pazienza prima di sapere se possiede un soggetto da compagnia o da esposizione.
Per il resto, le caratteristiche sono le stesse per il Cream che per il Red, entrambi portatori del gene "orange", quindi "marche fantasma" (anche se in questo caso molto meno visibili) e stupendi occhi blu.

 

 

LE TORTIE

 

Tortie, ovvero tartaruga. Come le tartarughe, con le loro tipiche scaglie, le Tortie (non solo nei Birmani) mescolano due colori. Uno di essi sarà sempre il rosso o il crema, perché le Tortie sono portatrici del gene "orange". Sono, quindi, un colore dominante.
Perché dico "le Tortie"? Perché, per una ragione puramente genetica il colore Tortie è solo ed esclusivamente delle gatte femmine (anche se pare sia stata appurata qualche rara eccezione).
Le Tortie-Point hanno i points di due colori (uno sarà sempre il rosso o il crema) mescolati casualmente tra di loro. Alcune persone le trovano assolutamente affascinanti ed altre (specialmente i puristi) decisamente difficili da apprezzare a causa della difficoltà di valutare dove inizia e finisce il guanto. In effetti quando le zone rosse sono pallide, quindi soprattutto nelle varietà diluite, può risultare difficile notare eventuali irregolarità.
In compenso le Tortie hanno una particolarità unica, il fatto che i due colori si mescolino in maniera assolutamente casuale fa sì che nessuna gatta sia identica ad un'altra anche nella stessa varietà di colore
In più, come potrete vedere dalla tabella dei colori dei cuccioli nella sezione genetica, le Tortie sono un'autentico jolly per l'allevatore, perché da loro si possono ottenere il maggior numero di colori, con un'attenta scelta fra madre e padre, additittura tutti i 20 colori finora ammessi.

 

 

Seal Tortie Point

 

Le Seal-Tortie hanno una ripartizione casuale tra il colore Seal e il colore Red. Non sono delle varietà diluite.

 

 

Blue Tortie Point o Blue Cream Point

 

Le Blue-Cream hanno una ripartizione casuale del colore Blu e del Crema e sono naturalmente la diluizione delle Seal-Tortie.

 

 

Chocolate Tortie Point

 

Le Choc-Tortie hanno una ripartizione casuale tra il colore cioccolato e tra il colore rosso (o Red). Non sono delle varietà diluite.

 

 

Lilac Tortie Point o Lilac Cream Point

 

Le Lilac-Cream, sono la diluizione delle Chocolate-Tortie, quindi si avrà una ripartizione casuale dei colori Lilac e Crema.

 

 

I TABBY - POINT

 

Anche il gene Tabby (meglio sarebbe dire aguti) come il gene "Orange" è dominante ma per maggiori chiarimenti vi rimando alla sezione genetica: per restare ai nostri Birmani, diremo che un soggetto Tabby è caratterizzato dalla famosa "M" che si disegna sulla maschera, dalle striature sulle zampe e dagli anelli sulla coda. Gli occhi sono contornati da un segno nero quasi da sembrare truccati, e il tartufo va dal rosa, al rosso mattone, al rosso-violaceo, a seconda dei colori dei points ed è contornato da un segno netto dello stesso colore dei points.
Il mento e l'interno delle orecchie sono bianchi, cosicchè queste appaiono disegnate da un contorno bianco, e, al loro esterno, si può notare una particolare e caratteristica marca a forma di impronta di pollice.
La marcatura Tabby può accompagnare tutti i colori finora elencati comprese le Tortie-Point che si chiameranno Tortie-Tabby o più facilmente "Torbie" (dalla contrazione delle due parole). Queste ultime sono particolarmente affascinanti perché la marcatura Tabby ingentilisce le ripartizione dei due colori che, a volte, può apparire troppo decisa.

 

 

SMOKE & SILVER

 

Sono i gatti portatori del gene "I" (vedi genetica) la cui radice del pelo bianca, fa sì che abbiano un aspetto cangiante e luminoso.
I Birmani SMOKE sono tutti quelli dei 10 colori classici non portatori del gene Agouti, quindi i self, nei colori solidi o diluiti (comprese le Tortie).
I Birmani SILVER sono tutti i 10 colori portatori del gene Agouti, quindi i Tabby (comprese le Torbie).

fonte: www.birmitalia.altervista.org

 

 

 

 

Colori solidi (no Tabby)

 

Colori Codice EMS
Seal Point SBI n
Blu Point SBI a
Chocolate Point SBI b
Lilac Point SBI c
Red Point SBI d
Cream Point SBI e
Seal Tortie Point* SBI f
Blu Tortie Point* SBI g
Chocolate Tortie Point* SBI h
Lilac Tortie Point* SBI j

 

Colori Tabby (Tigrati)

 

Colore Codice EMS
Seal Tabby Point SBI n 21
Blu Tabby Point SBI a 21
Chocolate Tabby Point SBI b 21
Lilac Tabby Point SBI c 21
Red Tabby Point SBI d 21
Cream Tabby Point SBI e 21
Seal Tortie Tabby Point** SBI f 21
Blu Tortie Tabby Point** SBI g 21
Chocolate Tortie Tabby Point** SBI h 21
Lilac Tortie Tabby Point** SBI j 21

 

**La combinazione Tortie Tabby si definisce anche Torbie**

MASTER ALLEVATORE FELINO
MASTER ALLEVATORE FELINO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Coccarda per il superamento dell'esame al Corso per Allevatori PawPeds G1 FIFE

SOCIO A.N.F.I.
SOCIO A.N.F.I.
SOCIO A.I.BIR.
SOCIO A.I.BIR.

SOCIO A.GA.Bi.

Micimiao tutto quello che vi serve sapere sui gatti

 

 

 

 

 

 

http://www.micimiao.it/

zooplus.it